CARE MIE COLLINE

Spesso vi evoco
care mie colline
ed in cuor mio
delicatamente
dolcemente
pure vi accarezzo
sento il vostro alito
fresco e profumato.

Con rispetto osservo
il cappello del vecchio nonno
che sempre austero
si leva su Acerenza.

Poi mi lascio andare
in un abbraccio sconsolato
come quando
per caso s'incontra
un'amante che
s' pentiti
d'aver abbandonato.

                                              TORNA A LATRATI      HOME PAGE