COSE ABBANDONATE

Ora la falce rimasta appesa
per sempre:
curva di tristezza sogna
il pugno stretto del contadino
che la esaltava al sole smagliante
fra spighe di grano e rossi papaveri.
Le fanno compagnia
una zappa ed un'accetta,
un vomere ed un ferro di cavallo:
tutti arrugginiti.

Solo le doghe d'una botte brillano
affrancate dai cerchi
che le costringevano a custodire
l'essenza della fatica
d'un anno tutto intero.

TORNA A LATRATI     HOME PAGE