LA TUA VOCE









La tua voce
mi scende dentro lieve
come un fiocco di neve
si posa delicato piano
s'un germoglio di grano.

La tua voce
com' gentile
pi di qualunque fiore
che nasce a primavera
a marzo od in aprile.

La tua voce
una campana
dentro il mio cuore
in ogni momento
rintocca le ore.

La tua voce
non solo suono
ma anche corpo
non smetto di accarezzarla
mai e di abbracciarla.

La tua voce
come il sole
io sono ghiaccio
e tu mi sciogli via 
come per magia.

La tua voce
mi alberga dentro l'anima
libera di fare ci che vuole
e spesso come la lingua
batte dove il dente duole.

La tua voce
mi fa sentire una farfalla
che tu hai catturata
e ad una parete
mi tieni infilzata.

La tua voce proprio vero
mi ha fatto prigioniero
di lei non riesco pi a liberarmi
e mi fa gemere urlare impazzire
desiderare anche di morire.

  05 marzo 2005

-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-

                      HOME  PAGE    LATRATI