LE GIOIE DEL CREATO

 

Chi ha mai contato

le gioie del creato

sono davvero tante

non si può dire quante

qui ve ne dico qualcuna che

è capitato di vedere a me

l'ho vista negli occhi d'un bambino

quando guarda la mamma al mattino

cominciando freneticamente a sgambettare

per potergliela in quel modo comunicare

l'ho vista nei becchi spalancati

dei rondinotti che venivano imbeccati

lassù in alto nel nido sotto il tetto

dalla rondine che portava da mangiare qualche insetto

l'ho vista in un fiocco di neve che dal cielo lassù

volteggiava per venirsi a posare sul mio naso quaggiù

in un prato pieno di margherite

che la corolla spalancavano al sole stupite

ho visto ancora la gioia del creato

sopra il muro d'un casolare diroccato

dove svettavano alti verso il cielo

due alberi un fico ed un melo

nella corsa frettolosa d'un ruscello

che vincendo l'attrazione del mulinello

filava senza sosta verso il mare

per andare nel suo grembo a riposare

e poi durante una notte d'estate

nella danza delle lucciole innamorate

accompagnata dal concerto dei grilli

che eseguivano in coro coi loro trilli

mentre nel cielo in una cuna

si era trasformata la luna

e le stelle s'era messa a cullare

per farle tutte addormentare.

07 settembre 2015

HOME PAGE   LATRATI