ORA CHE

Ora che
primule margherite e viole
compongono nei prati allegri ricami
vi fanno adunate di colori

ora che
il vento di marzo pennella il cielo
con le chiome variopinte degli alberi
e spazza trepidante il nido sotto il tetto
per accogliervi l'ospite di riguardo

ora sento anch'io 
echeggiare dentro la mia anima
una voce dolce come un garrito
sbocciare un fiore con petali di stupore:

se sapessi in quale prato esso spuntato
mi ci recherei a guardarlo commosso
in ginocchio
per un giorno intero
vi rimarrei anzi anche la notte
posandovi una goccia di rugiada
al sopraggiungere dell'aurora.

23 marzo 2007

LATRATI  HOME PAGE