SPECCHIO SENZA BRAME

Ti guardi allo specchio
sei spietata con te stessa
non ti piacciono gli occhi
non le ciglia e sopracciglia
i capelli poi se potessi
te li strapperesti via
alla bocca ordini una smorfia
quando ti osservi il naso
il naso si storce da solo
quando ti osservi la bocca
i denti che disgusto
scendendo poi più giù
ti chiedi a che serve
portare il reggiseno
per fortuna però che
lo specchio finisce
ma non ne hai bisogno
per terminare di torturarti
ti conosci bene a memoria
ti prendi allora
il viso tra le mani
ahi che orrore anche queste
poi ti vengo in mente io
e diventi un po' indulgente
ricordandoti che di te
io avrei accarezzato tutto.

TORNA A LATRATI      HOME  PAGE