VORREI VIVERE COSI'

Vorrei vivere
senza l'assillo della felicitÓ
l'ansia di ricercare la gioia
l'impegno di fugare la noia
ignorando cosa sia
l'angoscia e la tristezza
il dolore e la malinconia
e non dando ascolto al cuore
se dovesse invocare l'amore

vorrei vivere
senza sapere di morire
senza sacramenti
passato e futuro
solo al presente
senza andare in vacanza
festeggiare il compleanno
l'onomastico ed il fine anno
senza dover andare a votare
nÚ alcun santo andare a pregare
senza che abbia rilevanza
sapere che oggi sia 
un giorno festivo o feriale

vorrei vivere
come una nuvola
dimenticata dal temporale
che vaga nel cielo
candida e vaporosa
libera di andarsi a specchiare
dentro l'azzurro del mare
o di farsi sospingere dalla brezza
sulla cima di un monte
per fargli una carezza
di trasformarsi in pioggia e neve 
di farsi dipingere su un arcobaleno
di andarsi a posare una mattina
su di un fiore come rugiada o brina

vorrei vivere 
come una stella 
che perennemente
brilla a tutto indifferente
come il vento 
che non conosce frontiere
ed Ŕ libero di circolare qua e lÓ 
senza passaporto
in piena libertÓ
come un gatto sornione
una lucertola che si crogiola al sole
dentro una buca del muro dell'orto
od al cimitero sulla tomba di un morto
come un granchio
nei pressi della riva di un fiume
od un pesce tra le onde del mare
basta che non ci sia nessuno
che per˛ mi venga a pescare.

31 dicembre 2005

LATRATI   HOME PAGE